.
Annunci online

Bisbigliando un Rumoroso Silenzio
9 maggio 2011
Ci sono e non Ci sono

Questo è il punto ed il perché poco scrivo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. assenza

permalink | inviato da Bisbiglio il 9/5/2011 alle 2:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
1 aprile 2011
Ho un tot di cose da fare...



  • Cercare di dormire
  • Cercare di alzarmi presto
  • Studiare
  • Non mandare a cagare certa gente
  • Sperare di poter un giorno mandare a cagarecerta gente
  • Portare avanti il mio importantiZZimo progetto
  • Cercare di mangiare più insalata
  • Continuare a bere il caffè senza zucchero
  • Cercare di non scaricare la merdaZ sul povero Mr Bisbiglio
  • Cercare di non pogare al concerto di Ozzy per non spaventare la mia sorellina
  • Andare a far la ceretta

...



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vera verità verissima

permalink | inviato da Bisbiglio il 1/4/2011 alle 4:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
21 marzo 2011
FFF

Ricordate le tre F che il professore di storia più volte ripeteva?
Fame, feste e forca.
Ecco...qui in Brasile la seconda F arriva giustamente con il Carnaval!
Un festone atteso durante tutto l’anno sia da ricchi che da poveri.
Un festone finanziato dal potere pubblico che fa il possibile ed impossibile per far sì che l’allegria continui a girare...
Su non voglio dilungarmi...



Il carnevale di Rio non si festeggia solo al Sambodromo...





...la musica è ovunque




...la gente è ovunque...




...ognuna con il suo costumino originale...



...con i propri vizi...




...desideri...



...fantasie...



...credenze...



...ecco.
10 marzo 2011
Carnaval 2011

Scusatemi, ho ancora un pochino da fare...



3 marzo 2011
vicino e vicino

Quand’ero più giovane desideravo avere un vicino alto, forte, moro, occhi neri e possibilmente muto.

Il mio attuale vicino è piccino, fragile, tigrato, occhi grandi dal colore indefinito e mi sveglia tutti i giorni con le sue grida.


Qui si vede e sente bene...



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. hai voluto il brasile

permalink | inviato da Bisbiglio il 3/3/2011 alle 2:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
25 febbraio 2011
dov'è la A?

È sempre più complicato scrivere...
faccio veramente fatica.




...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mezza famiglia sulla tastiera

permalink | inviato da Bisbiglio il 25/2/2011 alle 21:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
23 febbraio 2011
un'immagine


Mi piace osservare la gente, soprattutto in metropolitana quando mi siedo nei banchi laterali o resto in piedi appoggiata alla fine del vagone.
Mi piace restar lì ferma, in silenzio, alla ricerca della prossima vittima che mi si piazzerà davanti.

Oggi davanti a me v’era un ragazzo... non più di diciotto anni, bel ragazzo, moro, capelli lunghi, poco più basso di me ed occhi...
Beh... quei classici occhi da semicieco.  
Quegl’occhi troppo piatti, troppo bianchi ed interrotti da un puntino nero che è ciò che t’aiuta a capire dove cristo stia guardando, se il tuo viso o le tue tette (tanto per capirci).

Non avevo notato che fosse semi cieco fino a che non mi sono accorta che stava mangiando açaí.
Con una mano appoggiava il bicchiere a sinistra del labbro inferiore e con l’altra trascinava il cucchiaio fino alla bocca...
Niente male per un semicieco con poca mira, in piedi, senza appoggio ed in un vagone impazzito.

Squilla il suo telefonino.
(tempo f ail telefono non prendeva sotto un tetto ora prende anche sotto terra)
Risponde.
Avrà avuto sedici anni...sorrideva, l’açaí era buono,qualcuno lo aspettava, era felice.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sembra merda ma non è. È açaí.

permalink | inviato da Bisbiglio il 23/2/2011 alle 7:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
21 febbraio 2011
non esiste ora per il patriottismo


Urla fuori dalla finestra, m’affaccio (perché un certo tipo di rissa m’incuriosisce)

“Não fala mal do meu Pais não! Seu merda! Vivi nele!!! Seu merda!!!”

Un taxista fuori dalla sua macchina che gridava a qualcuno – probabilmente l’ex passeggero.
Gli gridava addosso con tanta forza e convinzione che non potevo non rimanere lì ad ascoltarlo del semibuio della mia stanza.
Ripeteva di non parlar male del suo paese, di non parlar male del Brasile, doveva viverlo e doveva viverci per farlo.
Con forza concludeva “Seu merda!” che sta per esser merda dentro e fuori, un non valer nulla, o forse no... meno di nulla.

Chiaramente un paio di storielle in testa mi son venute in mente…
Cosa avrà detto l’ex passeggero?  Sarà stato ubriaco il taxista? Magari il taxista è stato appena lasciato da una finlandese? Magari il taxista stava parlando della vittoria del flamengo e si sarà sentito dire che Ronaldinho è tutta una facciata?

Uhm... Potrebbe ma non credo...

Il quartiere dove vivo è un quartiere figo perché trovi un po’ di tutto. Scimmie, ricchi, squattrinati, hippie con i soldi, straricchi, fuori di testa, pappagallini verdi belli come il sole...
Detto questo secondo me è successo questo...

Il taxista, probabilmente tifoso del botafogo che oggi ha perso contro il flamengo ai rigori, avrà preso quel classico cliente rompipalle: tipico ricchetto che vive in un mondo tutto suo e di altri quattro, ornato da golf, scarpe italiane, carte di credito, macchinoni, soldi cash, vino importato, ristoranti cariammazzati, una moglie che va dal parrucchiere almeno una volta a settimana e colleziona inviti di negozi di vestiti...
Probabilmente il “vicino” avrà commentato di quanto la politica in Brasile faccia schifo, o magari di quanto sia pericolosa la città, o magari di quanto sia stufo di dover vivere in una città così poco evoluta, o più semplicemente di quanto siano migliori le quadre europee paragonate a quelle brasiliane...

Uhm...Potrebbe essere...

18 febbraio 2011
De Gustibus Non Est Disputandum

Spesso mi domandano cos’è che più mi manca dell’Italia...

P A N E.

Rosetta, panino all’olio, pagnotta, pane cafone, focaccia, filone casereccio, grissini, pane di Altamura, taralli, schissoto, pane toscano, schiacciatina, pane integrale, ciabatta, pane nero, baguette...amo il pane.

Per una baguette farcita da lunghe e sottili fette di prosciutto crudo dolce sarei capace di salire le scale del palazzo in mutande e top.

Per una rosetta farcita da una fettina impanata, una sottiletta quasi sciolta e qualche fetta di pomodoro potrei mettere il rossetto rosso e baciare la testa del mio vicino di casa di cui non ricordo mai il volto.

Sono le 3 e qualcosa del mattino... ignoro l’orologio...
I bimbi dormono appoggiati tra il portatile e le mie mani.
Mr Bisbiglio russicchia, chissà se anche lui mangerebbe un bel panino francese alla copa?



Pagnotta integrale della Signora Bisbiglio

16 febbraio 2011
tanaliberatutti!

Forse ha ragione Ombrolì...
Forse dovrei tornare a scrivere...
Forse...chissà...
È che m’affatica il cervello scrivere, pensare, dire, fare, baciare, un, duetré, stella!
Tornerò... Tornerò...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. forse Ombrolì ha ragione...

permalink | inviato da Bisbiglio il 16/2/2011 alle 22:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte



Costa sto mangiando : Ho fame... sempre fame...

Una frase : “Alle aquile capita di scendere più giù delle galline, mai alle galline di salire fino alle nuvole”. (Checov)

Saudades :
(traduz : Nostalgia) del Fratel, del Max, d'Ivolì, di Vini, dei alcuni pochi cari in Italia (ma veramente pochi), del cappuccino con il cornetto alla crema, delle coppiette (da mangiare), dell'odore di Roma d'estate, della birra doppio malto, d'una rosetta col prosciutto crudo dolce, di Brian (il cane più intelligente al mondo)...

Figli :
4 stupendi gatti